Vacanze in A4

Ho sempre avuto la tendenza a considerare il viaggio come un orpello, il fastidio necessario a raggiungere l’agognato luogo di vacanza. La vacanza inizia quando finisce il viaggio. E stop. Ci sono le eccezioni. Il viaggio come orpello può andare bene per un giretto sul monte Zugna, a venti minuti da casa mia. Quando il tempo stimato è otto ore, … Continue reading

La casa del presente (1)

L’imprevisto vantaggio dell’imprevisto Martedì mattina, verso le dieci e mezza circa, mi chiama Ilaria e con un tono tranquillo mi dice: «La macchina non parte» Non è proprio la comunicazione che vorrei sentire, considerando che: a) La mia auto è dal carrozziere. b) La sua auto non mi piace guidarla, è un benzina e mi sembra una scatoletta di tonno … Continue reading

Cercasi Paolo disperatamente

Ultima parte. Trovate tutti qui. Piove. In un istante, dal sole spaccapietre che ci martella, la luce svanisce e arriva l’ombra. Un’ombra scura e fitta, gravida di lampi e pioggia. Viene giù il diluvio e noi ci accatastiamo nel bivacco d’alta quota, che in realtà non è pensato per tenere undici persone. Più due che si trovavano a passare proprio … Continue reading

Cercasi Paolo disperatamente – intermezzo

Intermezzo. La prima qui e la seconda qua. La mattina ci svegliamo nel silenzio. Un silenzio non totale, che quello non esiste. C’è il vento e, qualche uccello che, da qualche parte, lancia il suo grido ogni tanto. È il silenzio dell’umanità. Qui in alto, con contorno di montagne che accompagnano la nostra colazione, è facile pensare che nell’universo esistiamo … Continue reading